Cerca:






Cerca :

Nuovi articoli



Surrogazione del mutuo

Il piano di ammortamento del mutuo

Carte conto

Assegni bancari











Carte di credito



Si tratta di uno strumento di pagamento ormai ampiamente diffuso e conosciuto, quindi non resta che approfondire alcuni aspetti contrattuali e sintetizzare i parametri utili per confrontare le offerte dei diversi istituti bancari.

Una funzione distintiva della carta di credito è per sua stessa definizione quella che prevede la concessione di un credito da parte della banca in favore del titolare della carta. Nello specifico si tratta di un importo massimo di fondi (plafond) che il titolare può spendere durante il mese corrente e che dovrà poi restituire in saldo alla banca il mese successivo.

I soggetti coinvolti nella transazione con carta di credito sono quattro



I contratti in vigore sono i seguenti :

La banca mette a disposizione dei fondi che il titolare della carta può spendere usufruendo dei circuiti di pagamento. D'altra parte il titolare si impegna a restituire il mese successivo mediante addebito sul proprio conto corrente il saldo della somma spesa.

I circuiti di pagamento si impegnano a pagare l'esercente che ha venduto beni e servizi al titolare della carta. L'esercente paga una commissione ai circuiti.

La banca si impegna a pagare i circuiti di pagamento per importi pari a quelli che il titolare spende e comunque non superiori al plafond concesso per ogni mensilità.

I costi connessi all'attivazione e all'utilizzo della carta di credito variano da una banca all'altra. Di seguito si elencano le possibili voci di spesa che una banca può addebitare al cliente oppure no a seconda delle offerte

1-Quota di emissione della carta
2-Quota annua per una carta
3-Quota annua per ogni carta aggiuntiva
4-Commissione delle operazioni in zona euro o in zona extra euro.
5-Commissione per anticipo contante presso gli ATM
6-Costo invio estratto conto

Ai fini di un confronto equo tra le diverse offerte è opportuno prendere in considerazione l'ammontare dell'affidamento, cioè l'importo massimo che viene concesso al titolare mensilmente. Va osservato se la carta permette una rateizzazione o meno degli importi da restituire e quale tipo di rateizzazione è prevista. Vanno considerati quindi anche il TAN e il TAEG applicati in questo caso.




Categoria : Carte

Tag : carte credito carte di credito pagamenti


Servizio offerto da Fotoexpo.net - P iva : 02077020028
Prestifacile